22 novembre 2017 Come combattere riciclaggio e corruzione Leggi di più
Diventa un nostro cliente

Comunicato Stampa, Voluntary Disclosure, Vaduz 27/03/2014

Comunicato Stampa

 

VOLUNTARY DISCLOSURE: IL PROGRAMMA ITALIANO DI AUTODENUNCIA FISCALE
ANALISI E PRIME RIFLESSIONI SUL DECRETO LEGGE N 4 DEL 28 GENNAIO 2014

 

VADUZ, PRINCIPATO DEL LIECHTENSTEIN – Mercoledì 26 marzo 2014

Il tema della Voluntary Disclosure alla luce del programma italiano di autodenuncia fiscale è stato dibattuto nel corso di un convegno tenutosi questa mattina a Vaduz, presso Hofkellerei des Fursten von Liechtenstein, alla presenza, tra gli altri, del PM di Milano - Dott. Antonio Pastore e dell’Autorità di Vaduz - Dott.ssa Katja Gey.

L’argomento del convegno è particolarmente rilevante e d’attualità. Infatti, il passato Governo aveva già delineato il decreto attuativo che offriva una eccellente possibilità di recupero finanziario allo Stato Italiano.

Ora, con una nuova compagine governativa, l’ipotesi dell’autodenuncia potrebbe subire nuovi ritardi. Nel frattempo, in ossequio alla norme europee, molti Paesi hanno approvato leggi che impongono assoluta trasparenza ai capitali provenienti dall’Italia pena l’espulsione dal sistema creditizio.

E’ così evidente che la Voluntary Diclosure ha un grande impatto non solo in Italia ma in tutti quei Paesi che raccolgono capitali da nostri connazionali. Importanti novità legislative sono previste per quanto riguarda le imposte sui patrimoni di minori entità. Inoltre. sono previste norme che permetteranno di mantenere all’estero attività finanziarie regolarizzate conferendo l’incarico ad una Fiduciaria.

Per questo Unione Fiduciaria con Baloise Life, la più importante compagnia assicurativa del Liechtenstein, ha organizzato una serie di incontri all’estero per chiarire l’apporto che può dare a chi vuole far rientrare i propri capitali in Italia ma anche per offrire in modo puntuale lo stato d’avanzamento dei lavori legislativi.

Unione Fiduciaria potrà gestire, in qualità di sostituto d’imposta, la fiscalità delle attività finanziarie e/o patrimoniali oggetto di voluntary disclosure. Questa soluzione potrebbe rappresentare una concreta risposta a quanti intendono regolarizzare la loro posizione con il fisco senza rinunciare a mantenere all’estero le attività finanziarie.

 

Per la programma della giornata e per scaricare gli atti dell'evento, clicca qui >>>

 

Per ulteriori informazioni:
Claudio Rossetti – Marco Ravasi
Echo Comunicazione d’Impresa
crossetti@echocom.it – mravasi@echocom.it
Tel. 02 62694736

 

Per maggiore informazioni sulla Voluntary Disclosure clicca qui >>