22 novembre 2017 Come combattere riciclaggio e corruzione Leggi di più
Diventa un nostro cliente

Società fiduciaria e foro del consumatore: sentenza n. 17424/2016 del Tribunale di Roma

Società fiduciaria e foro del consumatore

La fattispecie oggetto di trattazione riguarda l’applicazione della disciplina riconosciuta a favore del consumatore. La vicenda decisa dal Tribunale di Roma tratta di una controversia originata dalla domanda di ingiunzione di pagamento, promossa da una società fiduciaria, a fronte di servizi amministrativi resi a favore di una persona fisica, in conseguenza di un mandato, da quest’ultima conferito alla fiduciaria.

Quando il fiduciante, pur essendo una persona fisica, conferisce mandato per esigenze imprenditoriali non può essere classificato come consumatore (Trib. Roma sentenza n. 17424/2016)

La residenza estera è fittizia se il centro degli affari e degli interessi è in Italia.

La residenza estera è fittizia se il centro degli affari e degli interessi è in italia

In tema di effettività della residenza fiscale estera, di notevole interesse è il recente pronunciamento della Commissione Tributaria Regionale per la Lombardia, (n. 1685 dell’11 aprile 2017) con il quale viene accolto il ricorso promosso dall’Agenzia delle Entrate, che insisteva sull’esistenza in Italia dell’effettivo domicilio fiscale di due sorelle contribuenti e chiedeva la riforma della sentenza emessa dalla CTP di Milano.

L’individuazione del domicilio fiscale deve basarsi sull’effettivo centro degli affari e degli interessi, non solo economici, ma anche morali e familiari, desumibile dal fattore dirimente della reale permanenza del soggetto nel territorio nazionale.

Governance societaria: in consultazione il Regolamento del MEF sui requisiti degli esponenti di banche e intermediari

MEF

Lo scorso 1 agosto 2017, il Dipartimento del Tesoro del Ministero dell’Economia e delle Finanze (di seguito anche solamente “MEF”) ha posto in pubblica consultazione uno schema di Decreto Ministeriale mediante il quale sono state proposte significative modifiche al Regolamento in materia di requisiti e criteri di idoneità allo svolgimento dell’incarico degli esponenti aziendali di banche ed intermediari finanziari ad oggi disciplinati dal D.M. 18 marzo 1998, n. 161.

Regole più stringenti per lo svolgimento dell’incarico degli esponenti aziendali